Restauro e valorizzazione Palazzo Grillo

Prata di Principato Ultra (AV), in corso

Professionisti:        Arch. A. Ressa, Arch. M. Del Vicario, Arch. I. Petecca, Arch. F. Stanco, Ing. F. Gramaglia, Ing. S. Petecca, Geol. G. Delli Bovi
C
ommittente:        Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche per la Campania, il Molise, la Puglia e la Basilicata

Prestazione:           Progetto definitivo, Progetto esecutivo, Sicurezza (in corso)

Costo dell’opera:   € 500.000

Il progetto di restauro e risanamento conservativo di Palazzo Grillo, date le caratteristiche storiche dell’edificio, va impostato sul ricorso sistematico a interventi volti a garantire le esigenze di tutela e conservazione del bene. In quest’ottica si può osservare che, in generale, gli interventi sul patrimonio monumentale devono essere caratterizzati da un aumento di sicurezza nei confronti delle azioni sismiche, definendosi, così come previsto dalla vigente normativa, come interventi di miglioramento sismico.

Tutti gli interventi saranno effettuati solo con tecniche costruttive e materiali rinvenibili nella tradizione edilizia locale, che escludano l’impiego del cemento armato seppure rivestito, rete elettrosaldata, betoncino cementizio, etc. 

Nell'ambito di questo primo lotto, gli ambienti recuperati non saranno ultimati per l’immediato utilizzo pubblico e, quindi, non avranno una specifica destinazione d’uso. Il progetto difatti prevede la messa in sicurezza un primo consolidamento e delle strutture con l’obiettivo di un successivo lotto di completamento delle strutture e delle opere di finitura, da studiarsi anche in funzione delle risultanze del primo intervento.